La Società cooperativa “La Ciera dei Colli” è stata costituita il 5/12/2000, grazie all’impegno e alla costanza di un gruppo di amici che ha voluto unire le forze con lo scopo di ottenere, attraverso una gestione in forma associata dei terreni, continuità di occupazione lavorativa e le migliori condizioni economiche, sociali e professionali dei soci. La compagine societaria, nel suo insieme, si contraddistingue per una ottima esperienza derivante da attività svolta nel settore agricolo e in quello olivicolo in particolare. La Cooperativa ha una estensione complessiva pari a 4833 are di queste coltivate ad oliveto sono 3296 are. La produzione complessiva media annuale è di circa 1000 quintali di olive.
La produzione media complessiva di olio è pari a 250 quintali.
La Ciera del Colli soc coop agricola arl ha adottato un disciplinare di produzione che regola l’intera filiera produttiva. A questo disciplinare oltre ai soci devono attenersi tutti gli olivicoltori che intendono produrre olio da commercializzare con la denominazione “La Ciera dei colli”.
Ai soci la Cooperativa offre:

  1. aiuto e assistenza alla produzione ed alla raccolta delle olive
  2. formazione e consulenza degli agricoltori soci della cooperativa
  3. analisi organolettica e panel test dell’olio prodotto e raccolto
  4. immagazzinamento e decantazione
  5. imbottigliamento e etichettatura
  6. commercializzazione e vendita

Tutti i soci hanno partecipato a corsi regionali di potatura delle olive e tutti stanno realizzando nei loro uliveti sistemi di allevamento, anche su piante secolari, secondo le moderne tecniche dell’olivicoltura. Tutti, inoltre, iniziano la raccolta delle olive all’invaiatura, e solo le olive più belle vengono raccolte con l’immediato trasporto delle stesse al frantoio ove vengono prontamente molite con sistemi di lavorazione a freddo.

Il risultato di tale grande sforzo è verificabile e certificato.
Le analisi organolettiche rilevano nel nostro olio un sapore di fruttato armonioso di intensità media, un colore verde brillante e l’olio conserva il sapore, il profumo e la sostanza di cui la natura lo ha dotato e ricorda l’odore e il gusto del frutto fresco giustamente maturo.
Le analisi chimiche inoltre certificano una acidità del 0,30% e un numero di perossidi non superiore a 10.
I risultati conseguiti ci hanno invogliato a proseguire in questa strada e a fare di più.La certificazione della produzione come ”da agricoltura biologica”
Subito dopo la costituzione della cooperativa abbiamo iniziato la certificazione della produzione biologica di tutti i terreni dei soci della cooperativa. In precedenza due soli soci della cooperativa avevano certificato la loro produzione da Agricoltura biologica, dal presente anno invece tutti i soci si trovano nella situazione di agricoltura biologica in conversione. I terreni dei soci certificati dall’Organismo di controllo AIAB sono oltre 40 ettari in gran parte oliveto. I risultati conseguiti ci hanno invogliato a proseguire in questa strada e a fare di più.


PRODUZIONE: OLIO EXTRA VERGINE DI ALTA QUALITA’

L’obiettivo che ”La Ciera dei colli” si è prefissato alla sua costituzione è quello di produrre e mettere sul mercato un olio di alta qualità. Soltanto le olive più belle dei nostri oliveti vengono raccolte all’invaiatura e prontamente molite con lavorazione a freddo. L’olio extra vergine così estratto conserva il sapore, il profumo e la sostanza di cui la natura lo ha dotato e ricorda l’odore e il gusto del frutto fresco giustamente maturo. I soci della cooperativa si sono impegnati ad assoggettare i loro terreni alla ”Agricoltura Biologica” secondo i dettami del regolamento CE 2092/91 ed i vincoli del P.S.R. 2000-2006 (in attuazione del Reg. CEE 1257/99) della Regione Lazio Mis. III.1 art.2 comma A.
Pertanto essi seguono un disciplinare di coltivazione basato sui seguenti principi basilari:
Le produzioni dovranno avvenire:

  • senza l’utilizzo di prodotti chimici di sintesi: (pesticidi, fertilizzanti, diserbanti, antibiotici ecc.); rispettando le regole naturali di coltivazione usando il letame o il compost e adottando apposite pratiche agronomiche come il sovescio, le ”rotazioni colturali”, le consociazioni delle colture;
  • nel momento in cui si sviluppassero le malattie delle piante ricorrere all’ausilio di prodotti di difesa naturali quali gli insetti utili (predatori di parassiti), zolfo, rame e sostanze ottenute dalla macerazione delle piante o da esse estratte.

Gli olivicoltori intenzionati a produrre un olio di qualità devono seguire le pratiche agronomiche e tecniche che permettono di:

  • Programmare la produzione di olive per ogni singola pianta secondo le risorse idriche ed alimentari presenti nel terreno; questo si potrà ottenere solo con il corretto allevamento dell’ulivo.

Eliminare la scalarità della maturazione delle olive sulla stessa pianta. Consentire la maturazione pressoché simultanea dei frutti e un aumento dello spessore della polpa.


DIMENSIONI E CAPACITA PRODUTTIVA DEI SOCI DELLA COOPERATIVA.

La Cooperativa ha una estensione complessiva pari a ettari 48,33 di questi coltivati ad oliveto sono 32,96. La produzione complessiva media annuale è di quintali 1735 di olive.
La produzione media complessiva di olio è pari a 14545 litri.